Atleti pro train in gare internazionali...

Continuano le gare all' estero con partecipazione di atleti pro train. Lo scorso weekend avevamo 6 atleti in gara, 5 dei quali hanno gareggiato appunto in gare internazionali all'estero.

Iniziamo però con l'unica atleta ch ha gareggiato in Italia: Elena!
Dopo la buona prestazione al 70.3 Aix en Provence 2 settimane fa, volevamo ancora testare lo stato di condizione sulla strada verso l' IM Austria. Anche al triatlon olimpico di Pietra Ligure con percorso bici difficile, Elena ha avuto buone sensazioni in tutte e tre le discipline. Sappiamo che dobbiamo ancora lavorare un po' di più in bici nelle prossime settimane e lo faremo.
Brava Elena, sempre con il sorriso.

In Austria si è svolto il 70.3 St. Poelten che ha visto i due Stefano in gara: 
Stefano Pavan, M45-49 tempo finale 4:52.35 e 27. di categoria, gara buona per lui, regolare in tutte e tre le frazioni. Stefano si trova in periodo di carico per l'IM Francoforte.
Stefano Grossi, dopo un periodo lavorativo che li ha richiesto più tempo del previsto, si è presentato al via della gara non proprio in ottime condizioni. Considerando questo, mi ha stupito la sua concentrazione e voglia di comunque far bene. Con il tempo finale di 5:33.22 si è classificato al 17. posto della sua cat. M55-59. Niente male per uno che non è in forma, forza Stefano, Klagenfurt ci aspetta!

Altri 3 atleti pro train si sono cimentati al 70.3 Barcelona.
Emanuele, il più giovane (M25-29) ha fatto un garone, si è migliorato notevolmente, finendo la gara in 5:07.33 al 30. posto di cat. Grande Emanuele, esecuzione perfetta di una tattica di gara prestabilita, avanti così!!
Diego, M30-34, ha mostrato due ottime prime frazioni, purtroppo un problema di integrazione e conseguenti dolori allo stomaco, li hanno impedito di correre come potrebbe. Questo dimostra ancora una volta come sulle distanze medio-lunghe degli "errori" di alimentazioni incidono sul risultato finale. Tempo finale 5:01.46 e 31. posto M30-34 per lui. Forza Diego, è tutta esperienza dalla quale cresceremo.
Fabrizio, cat M35-39, ha fatto una gara con la testa, dosandosi un pochino, ma neanche troppo. Purtroppo una foratura in bici li è costato tempo prezioso e un calo nella seconda parte della corsa ci ha fatto capire su cosa allenarci per essere al top nella gara più lunga di Klagenfurt. 5:18-06 e 58. posto per lui.

Bravi tutti, avanti sempre: inspire & believe


Emanuele dopo la gara a Barcelona con un gran bel sorriso e l'abbraccio del campione Zamora

Comments

Popular posts from this blog

L' incidente di Martina e Irene

Semplicemente Irene

Gabi, Gianni, Fabio...let's run!