Monday, August 22, 2016

Si torna a gareggiare!

Dopo questo periodo di vacanze di Ferragosto, si torna alle gare!
Sette atleti pro train durante lo scorso fine settimana hanno partecipato a varie gare. 
Ecco i risultati:

ItalyMan k113 (triathlon medio) a Lecco:

Emanuele Mutti, per la prima volta è salito sul podio di categoria, piazzandosi al 2. posto S2 in 5:17.55. Questa ottima performance li ha pemesso anche di piazzarsi 19. assoluto!
Davvero bravo Emanuele, in crescita costante...gara dopo gara, stagione dopo stagione!

Stefano Pavan, in pieno carico per l' IM Barcelona, ha affrontato la gara come allenamento intenso, piazzandosi al 4. posto M2 in 5:39.29.
Ottimo test e ora si torna alla preparazione Ironman :-)


Engadiner Sommerlauf a St. Moritz in Svizzera:

Questa gara podistica è lunga 25km e si svolge sui percorsi stupendi dell' Engadina a 1800m di altitudine!
Per Mery Bernasconi e Michele Silvan era un vero e proprio rientro alle gare, visto la stagione difficile per motivi privati.
Mery ha chiuso in 2:29.39 e Michele in 1:48.12. Bravi entrambi, perchè sappiamo che, dopo un lungo periodo di stop e una preparazione incostante, ogni rientro è duro!

Triathlon olimpico San Pietroburgo (Russia):

Per Martina Dogana la partecipazione alla prima edizione del triathlon olimpico di San Pietroburgo aveva carattere di vacanza attiva insieme agli amici di TriathlonTravel, prima di rientrare alla preparazione per l' ultima parte della stagione.
Nonostante ciò è riuscita a vincere questa gara.
Brava Marty!

Vivo Bike Tour 19 - 21 agosto:

Per Patrizia Dorsi e Gustavo Lodi la partecipazione alla gara ciclistica organizzata dalla squadra di casa, l' ASD Piacenza Sport, non poteva mancare neanche quest' anno.
Patty di nuovo è riuscita a vincere la classifica femminile dopo tre giornate molto combattute.
Gustavo ha fatto da ottimo gregario e svolto un allenamento utile per il suo prossimo impegno nel triathlon: il medio di Mergozzo!
Ottimo gioco di squadra tra voi due ;-)


Bravi tutti, coach soddisfatta!
#inspire & #believe


Emanuele sul secondo gradino cat S2 all' ItalyMan k113






Monday, August 8, 2016

Pro train - Trisutto camp St. Moritz

La scorsa settimana si è svolto la seconda edizione del nostro triathlon training camp a St. Moritz in Svizzera.

Anche quest' anno la collaborazione con il team di Trisutto e Brett Sutton stesso ha funzionato benissimo. E' sempre un piacere collaborare con persone professionali sotto tutti gli aspetti e sono davvero fiera di poter espandere questa collaborazione in futuro.
Il gruppo di atleti che hanno partecipato a questo camp è stato eccezionale: motivazione alta, una grande voglia di fare e di imparare, affrontando gli allenamenti sempre con un sorriso.
E anche dei bei momenti sociali non sono mancati :-)
Oltre ai miei atleti pro train, anche atleti a me sconosciuti hanno partecipato ed è stato un piacere trasmettere a loro la nostra filosofia di praticare triathlon.

Ci vediamo al prossimo camp: Fuerteventura 19 - 26 novembre 2016.




















Monday, August 1, 2016

Alti e bassi - lo sport vero e onesto!

Lo sport vero ed onesto è fatto di questo: alti e bassi! 
Non siamo (per fortuna) macchine, ma umani e quindi condizionati da tantissimi fattori interni ed esterni. Nel rendimento sportivo si rispecchiano, sia nelle prestazioni positive che negative.
Un weekend di gare con alti e bassi:


Stefano Matalucci, dopo l' IM Texas a maggio, era alla sua secondo gara su questa distanza: 
IM Maastricht. Dopo un buon inizio (1:06 a nuoto) Stefano però non ha mai trovato ritmo e le sensazioni non erano buone. Una foratura ad inizio del secondo giro bici non è stato d' aiuto, in quanto l' ha costretta di andare più piano, ma sarebbe troppo facile dare la colpa a questo. Ha finito in 12:26.24 perchè non molla mai (9x Ironman e 11x  70.3 in 3 anni) ma vale molto di più.
Vogliamo capire, reagire e migliorare!

Annemiek Schleurholts ha gareggiato a Lauwershoog (Olanda), mezza maratona in 1:31.41 e 3. posto W40+. Annemiek ha 46 anni! Niente male :-)
Congrats girl - amzing powerwoman!

Francesca Billi, un' altra powerwoman, ma lei non lo sa o almeno non si rende conto. Francesca fa ultratrail e ogni settimana fa un sacco di km e di dislivello. Questo weekend era al via del Walser Monte Rosa Trail di 114km e 9500+. E anche se stavolta non è risucita a finirla (insiem ad altri 70concorrenti, e questo lo dice lunga sulle difficioltà), ha svolto un ottimo allenamento per l'avventura più emozionante: il Tor des Geant a settembre!
Forza Francesca, la strada è il traguardo!

AronaMen: 
DNS per Diego Ludovici, arrivato la sera prima della gara con la febbre. Ci rialzeremo Diego!
DNF per Alina Losurdo. Periodo impegnativo per diverse cose. Gli allenamenti non sono gli unici stimoli faticosi e l' energia totale è limitata. Anche lei si riprenderà presto, perchè gli obiettivi sono belli e stiomolanti.
David Galafassi, che bel regalo mi hai fatto! Ottima condotta di gara e nuovi personali sia sul tempo toale 4:36.50 che nella mezza finale 1:36.45 (ok, sappiamo che i percorsi erano più brevi, ma anche calcolando quei km in più ci sarebbe uscito un nuovo personale :-)
Complimenti David, gran bella gara!
Elena De Preto, in ripresa dopo il suo IM Frankfurt inizio luglio, è arrivata 2. M3 in 5:42.25 e soprattutto...sorridente prima, durante e dopo! #inspire Elena!
Irene Coletto, delusa al traguardo, delusa perchè è stata superata poco prima da due concorrenti, finendo 4. assoluta in 4:30.08 (e 1. S3). Ma Irene...un anno fa non sapevi nuotare e mai avresti detto di fare il miglior tempo in bici (assoluto!!) e di poter correre 1:32 dopo una bici così spinta al 100% :-)
Grandi cose ti aspettano. #believe



Annemiek, sorridente alla mezza di Lauwershoog

3. posto W40+ per Annemiek

David ad Arona, gran bella gara per lui

Elena, 2. M3 ad Arona

Irene ad Arona, grinta fino all' ultimo km

4. posto assoluto per Irene

Due atlete felici: Elena e Irene




Monday, July 25, 2016

Gare corte e un Europeo difficile per Marty

Sette atleti pro train questo weekend hanno gareggiato su distanza sprint/olimpico per preparare gare più lunghe in programma nelle prossime settimane.

Oriana Heer ha raccolto un 2. posto W35-39 al 5150 Zurigo in 2:19.56, mostrando una notevole crescita di forma. Sono sicura che quest' atleta potrà fare un ottimo mondiale 70.3 in Australia il 4 settembre prossimo.

A Madonna di Campiglio si è svolto un triathlon sprint e Emanuela Redaelli, dopo un periodo di allenamenti costanti, è salita sul 3. gradino del podio nella categoria M2 in 1:36.14.
Anche lei sta preparando una distanza media, il 70.3 Pula e la tabella di marcia è giusta ;-)

A Brasimone, triathlon olimpico no draft,  avevamo cinque atleti presenti, tutti in fase di preparazione di differente gare 70.3:
Paola Bonfreschi è arrivata 2. M2 in 2:48.05, prestazione buona e costanza nel produrre podi della sua categoria in tutte le gare dove parte.
Marzia Panizza, purtroppo per causa di una altro atleta, dopo 5km di bici è caduta. Fortunatamente non si è procurata infortuni seri, ma le botte ed escoriazioni le hanno comunque impedito di far vedere il suo vero potenziale. Complimenti Marzia per aver stretto i denti e cmq finito la gara al 5. posto S2 in 3:06.42.
Irene Coletto, arrivata con qualche insicurezza alla gara, invece ha mostrato di essere in fase di crescita per il mondiale 70.3 in Australia. 3. posto di cat. S3 per lei in 2:31.54. Grossi migliormenti nella sua frazione più debole, il nuoto, e un terzo tempo assoluto in bici, oltre ad una corsa buona (ma migliorabile) la rendono sempre più equilibrata nelle discipline.
Saverio Venturelli, dopo settimane difficili per diversi motivi e soprattutto anche un problema muscolare alla schiena, ha colto il meglio del momento: 2:33.56 e 20. M2. Andremo in progressione d' ora in poi per arriavare pronti all' Elbaman 73.
David Galafassi in 2:34.17 si è classificato al 25. posto M1 e ha svolto un buon allenamento in vista dell' AronaMen prossimo weekend. Anche l' infortunio al polpaccio abbiamo recuperato e quindi: full attack ad Arona :-)

Delle righe a parte merita Martina Dogana, per l' ennesima volta in veste con la maglia nazionale a prendere parte in una gara internazionale che assegnava dei titoli europei, stavolta al Challenge Poznan (Polonia) si distanza Ironman.
Che la forma di Marty non fosse di quella di inizio giugno dove ha brillato al Challenge Venezia, lo sapevamo, ma eravamo comunque fiduciosi e motivati per fare un ottimo risultato. Ma...non ci sono ma. Semplicemente non ci siamo riuciti a trovare buone sensazioni e l' energia fisica giusta per rendere sulla distanza Ironman. Il fatto che abbia voluto onorare la maglia nazionale, finedno una gara di oltre 9 ore in queste condizoni fisiche, dimostra quello che fa la differenza tra atleta e atleta, ma anche tra campione e campione: c'è chi non molla mai! Onore a te, Marty!
Per la cronoca: 7. posto in 9:47.02.




Paola sul podio di Brasimone al 2. posto M2

Oriana dopo il suo 2. psoto al 5150 Zurigo

Emanuela 3. M2 allo sprint di Maddonna di Campiglio

Compagne di squadra a Brasimone: Marzia e Irene





Monday, July 18, 2016

Bici a tappe: Verbania - Londra

E anche questo è pro train: Nadia Incerto, insieme a un gruppo di amici, ogni anno pianifica un itinerario da fare con la bici da corsa e connettere la sua casa in Verbania con il mondo :-)
Quest' anno è toccato Londra!
Il gruppo è partito l' 8 luglio e arrivato dopo 8 tappe il 15 luglio a Londra, tutti sorridenti e felici di questa meravigliosa esperienza.
Ecco alcune immagini...

#inspire














Comeback per tre!

Il titolo "Comeback per tre" stavolta è molto azzecato!
Infatti per tre atleti pro train questo fine settimana si trattava di rientrare a gare specifiche dopo diversi problemi nei mesi passati.

Stavolta iniziamo con un uomo: Mauro Fiorini, amante non solo del triathlon ma soprattutto della corsa lunga, nei mesi trascorsi aveva sofferto di un infortunio grave al tendine d' Achille e dopo varie cure ora siamo rientrati alle gare di triathlon.
Mauro ha partecipato al triathlon sprint di Senigallia finendo al 18. posto M2 in 1:21.05.
Ottimo Mauro, guardiamo avanti :-)

Anna Pasquini, dopo il trasferimento a New York per motivi di lavoro, doveva ritrovare costanza, serentià ad allenarsi bene e formulare nuovamente il suo vero obiettivo: diventare una Iron(wo)man.
Lungo questo percorso abbiamo scelto il 70.3 Racine (USA) per testare l 'attuale condizione e rientrare alle gare dopo tanto tempo. Per il meteo avverso purtroppo questa gara è stata modificata in 50km bici (time trial) e 21,1km corsa. Niente nuoto per minaccia di forti temporali e bici più breve per lo stesso motivo.
Anna ha eseguito alla perfezione quello che avevamo programmato: mantenere uno stato mentale positivo dopo questa variazione di percorsi, spingere forte in bici (34,3km/h di media) e per la prima volta la bici non è stata solo un mezzo per portarsi da T1 a T2 ;-) e corsa regolare, ma controllata.
Ne è uscito un ottimo 17. posto W40-44 in 3:31.46 tra atlete americane abbastanza agguerrite!
Very well done Anna!

Patrizia Dorsi ha già gareggiato parecchio quest' anno, ma ultimamente la sua condizione (di salute) non era la migliore. Proprio per questo la VITTORIA assoluta nella cronoscalata Bobbio - Passo Penice, un obiettivo primario per Patty, può essere considerata un gran bel rientro! Suo tempo: 47.43
Con questa vittoria Patty si assicura anche il titolo di Campionessa open montagna sport d'impresa 2016!
Anche suo marito Gustavo Lodi ha fatto un ottima prova, classificandosi al 6. posto Senior 1 in 47:31.
Obiettivo centrato ;-)


Anna al 70.3 Racine (USA)

Patty, vincitrice della cronoscalata Bobbio-Passo Penice

Thursday, July 14, 2016

Alina di corsa a 6 zampe

Alina Losurdo, da inizio anno atleta pro train, ci racconta la sua storia: preparazione per la sua prima distanza Ironman, il Challenge Venezia, e la gara stessa!
Gran bel racconto Alina, rispecchia tante cose comuni a atleti amatori con dei sogni forti.
Continua così: a inseguire i tuoi sogni!
Grazie #inspire & #believe

http://runandhappy.blogspot.it/2016/07/challenge-venice-2016.html