Monday, May 25, 2015

Alti e bassi al Challenge Rimini

Domenica, 24 maggio, si è svolto il Challenge Rimini, quest'anno valevole anche come Campionato Europeo ETU su distanza media.

Pro Train era presente con 14 atleti!

Una giornata con meteo poco favorevole ha reso difficile le condizioni, soprattutto nelle prime due frazioni (nuoto e bici), che poi chiaramente sono anche andati a influenzare l'ultima, la corsa. Infatti i tempi totali quest'anno sono stati nettamente più alti, ma questo in uno sport svoltasi interamento outdoor fa parte del gioco. I riscontri cronometrici sono relativi.

Iniziamo con l'atleta elite, Martina, stavolta in veste della squadra nazionale italiana per appunto partecipare al Campionato Europeo elite. Marty ha concluso la gara all' ottimo 5. posto in 4:56.17. Dico ottimo, perché stiamo preparando l'Ironman Austria e gareggiare contro atlete più giovani e specialiste su distanza media in questa fase della preparazione non è certo facile. Ma Marty, nonostante dei crampi nella prima parte della corsa, ha fatto valere la sua esperienza e soprattutto ha tirato fuori grinta e forza mentale per dire ancora una volta la sua. Impressionante costanza!

Ecco gli altri risultati degli atleti pro train:

Nadia, finisher in 6:21.31. Lei ha fatto la gara in preparazione al Challenge Roth e ha assistito l'amica Nancy durante il nuoto, mostrando grande spirito di squadra e amicizia. Purtroppo Nancy è stata vittima delle strade bagnate e sporche (qualche critica all'organizzazione!!!) come parecchi  altri atleti ed è caduta, procurandosi per fortuna nessuna ferita, ma rompendo il cambio della bici, quindi gara finita per lei.
Sara, dopo l'esperienza molto positiva a Cagliari, non ha recuperato al 100% e ha avuto qualche problema sia nelle frazioni bici che corsa, comunque sempre finisher in 6.41.27. Sappiamo che è facile finire quando ci sentiamo bene, ma finire le gare dure è un'altra storia, brava Sara.
Barbara ha fatto una gara controllata nella sua frazione di punta, la bici, per cercare di correre una mezza costante. Ed è riuscita a eseguire questo piano alla perfezione, migliorando di ben 5' il suo tempo sulla corsa e finendo la gara in un buon 5.31.24 finale! 
Francesca ha finito in 5:59.42, al primo momento un po' delusa da questo crono finale. Ma analizzando la gara nei dettagli e cercando i motivi di qualche problema fisico, abbiamo capito che i fattori condizionanti erano diversi. Sicuramente Francy vale di più e lo mostrerà presto.
Alex ha partecipato alla sua seconda gara di triathlon in generale e il suo primo medio e si è gestito benissimo, 5:20.49 per lui e sono sicura ne ci farà vedere ancora delle belle in futuro. Avanti Alex a lavorare come lo hai fatto: con determinazione e curando bene il dettaglio.
Simone dopo due prime frazioni buone, durante la corsa ha avuto problemi di respirazione e ha dovuto camminare, questo ha chiaramente influenzato il risultato finale, 6:07.54. Forza Simone, hai mostrato che la crescita c'è, avanti alla prossima.
Stefano, finisher in 5:33.05, non è riuscito a cambiare ritmo come avrebbe voluto soprattutto nella corsa finale. Abbiamo fatto le doverose valutazioni e pensiamo già a Klagenfurt.
Anche Andrea non è riuscito a tenere il ritmo mezza maratona imposto prima, delle fitte a fegato e milza lo hanno rallentato notevolmente, comunque anche lui non ha mollato, finisher in 5:48.22.

Avevamo anche 4 atleti pro train in gara staffetta:

Antonella ha fatto il tratto bici in un buon 3:35.26, Emanuela la mezza maratona in 2:21.51, Davide ha pedalato in 3:04.40 e Emanuele corso in 1:27.30.

Complimenti a tutti, a quelli che hanno fatto delle ottime prestazioni e anche a quelli che nonostante vari problemi in una giornata di gara difficile non hanno mollato, anche questo o meglio, soprattutto questo, è motivo per essere fieri di se!

Tanja che doveva partecipare in un triathlon olimpico in Austria (che è stato cancellato per il meteo avverso), all'ultimo momento ha cercato una gara sostitutiva: una corsa di 8,24km finita in 38:15, correndo alla media di 4:39 su percorso vallonato. Ottimo allenamento!

Elena voleva sfruttare la GF 9 Colli per fare un allenamento lungo in bici, ma già dopo 36km si è rotto il cambio della bici. Fortunatamente è successo in salita, visto che si è bloccata la ruota posteriore e subito dopo Elena avrebbe affrontato una discesa. Per comunque sfruttare la giornata, e allenarsi, Elena ha poi fatto un' ora di corsa a piedi. Grande Elena, così si fa!



Martina da tanti anni sempre tra le prime posizioni: ottima 5. al Campionato Europeo distanza media a Rimini


Nadia sempre sorridente con una medaglia finisher


L'epigrafe che rappresenta pro train sempre con noi



Andrea con Matthia,  compagna di squadra 2M 


Barbara durante la corsa finale





Monday, May 18, 2015

Atleti pro train in gare internazionali...

Continuano le gare all' estero con partecipazione di atleti pro train. Lo scorso weekend avevamo 6 atleti in gara, 5 dei quali hanno gareggiato appunto in gare internazionali all'estero.

Iniziamo però con l'unica atleta ch ha gareggiato in Italia: Elena!
Dopo la buona prestazione al 70.3 Aix en Provence 2 settimane fa, volevamo ancora testare lo stato di condizione sulla strada verso l' IM Austria. Anche al triatlon olimpico di Pietra Ligure con percorso bici difficile, Elena ha avuto buone sensazioni in tutte e tre le discipline. Sappiamo che dobbiamo ancora lavorare un po' di più in bici nelle prossime settimane e lo faremo.
Brava Elena, sempre con il sorriso.

In Austria si è svolto il 70.3 St. Poelten che ha visto i due Stefano in gara: 
Stefano Pavan, M45-49 tempo finale 4:52.35 e 27. di categoria, gara buona per lui, regolare in tutte e tre le frazioni. Stefano si trova in periodo di carico per l'IM Francoforte.
Stefano Grossi, dopo un periodo lavorativo che li ha richiesto più tempo del previsto, si è presentato al via della gara non proprio in ottime condizioni. Considerando questo, mi ha stupito la sua concentrazione e voglia di comunque far bene. Con il tempo finale di 5:33.22 si è classificato al 17. posto della sua cat. M55-59. Niente male per uno che non è in forma, forza Stefano, Klagenfurt ci aspetta!

Altri 3 atleti pro train si sono cimentati al 70.3 Barcelona.
Emanuele, il più giovane (M25-29) ha fatto un garone, si è migliorato notevolmente, finendo la gara in 5:07.33 al 30. posto di cat. Grande Emanuele, esecuzione perfetta di una tattica di gara prestabilita, avanti così!!
Diego, M30-34, ha mostrato due ottime prime frazioni, purtroppo un problema di integrazione e conseguenti dolori allo stomaco, li hanno impedito di correre come potrebbe. Questo dimostra ancora una volta come sulle distanze medio-lunghe degli "errori" di alimentazioni incidono sul risultato finale. Tempo finale 5:01.46 e 31. posto M30-34 per lui. Forza Diego, è tutta esperienza dalla quale cresceremo.
Fabrizio, cat M35-39, ha fatto una gara con la testa, dosandosi un pochino, ma neanche troppo. Purtroppo una foratura in bici li è costato tempo prezioso e un calo nella seconda parte della corsa ci ha fatto capire su cosa allenarci per essere al top nella gara più lunga di Klagenfurt. 5:18-06 e 58. posto per lui.

Bravi tutti, avanti sempre: inspire & believe


Emanuele dopo la gara a Barcelona con un gran bel sorriso e l'abbraccio del campione Zamora

Sunday, May 10, 2015

pro train women race weekend

In questi ultimi due giorni di gare, sabato 9 e domenica 10 maggio, pro train era presente con 4 donne, ecco i risultati:


Sabato all'olimpico di Caldaro:
Nancy, dopo un problema durante la frazione di nuoto ha deciso di fermarsi. Sono cose che capitano e abbiamo già fatto la crocetta sopra e guardiamo avanti, vero Nancy? Tra due settimane ci aspetta il Challenge Rimini .

Nadia ha fatto un ottima gara controllata, neanche avvicinandosi al proprio limite. Ha finito la gara in 2:38.59 al 22. posto. Ricordiamoci che Nadia si sta allenando per il Challenge Roth e quindi non abbiamo  assolutamente preparato questa gara veloce, ma l'abbiamo presa come allenamento di qualità. 
Good job PuschtraXena ;-)


Barbara, dopo aver fatto delle buone prime due frazioni, nella corsa si è sentita male, ha comunque finito la gara in 2:38.15, sicuramente molto al di sotto delle sue capacità. Ma abbiamo individuato il problema: troppa poca energia a disposizione a causa di una scarsa alimentazione prima della gara, cioè...semplicemente è andata in ipoglicemia. Dobbiamo imparare da questa lezione, perché sulle distanze maggiori il crollo sarebbe ancora più evidente con il rischio di non arrivare neanche al traguardo. Forza Barbara! 


Domenica allo sprint di Recetto:

Emanuela, finisher in 1:39.04. Un' altra esperienza in tasca verso il 70.3 Pescara. Ora abbiamo ancora qualche settimana di tempo per fare qualche seduta specifica per la distanza media. Go Emanuela!


Buon recupero ragazze! 

#inspire #believe


Nadia sorridente (a destra) insieme con due avversarie sulla salita del triatlon olimpico di Caldaro



Tuesday, May 5, 2015

Ben 11 atleti pro train in gara...

Lo scorso weekend ha visto nuovamente impegnati vari atleti pro train, ben 11!

Sabato, 2 maggio si è svolta la prima edizione del Sardinia Half Triathlon a Cagliari. In questa gara su distanza media avevamo 3 atleti presenti:

Sara, dopo essere stata impegnata per vari mese nella preparazione al suo primo triathlon medio e nelle riprese per "The Finisher - noi facciamo triathlon" in onda su Sky, non ha deluso le aspettative, anzi...ha sorpreso se stessa con un finish in ottime 5:21.00. Bravissima Sara!
Martina, soltanto una settimana dopo la sua vittoria al medio di Volano e dopo aver fatto il 3. medio in 3 settimane ha vinto la gara con ampio margine in 4:13.37. La sua prestazione dimostra che la condizione è stabilissimo e che è pronta per il prossimo mese di carico per l' Ironman Austria del 28 giugno. Forza Marty!
Antonio ha scelto il Half di Cagliari perché i percorsi veloci si addicono alle sue caratteristiche di atleta e si è fatto valere in 4:46.59, mostrando un ottima frazione bici! Ora guardiamo già verso il 70.3 Pescara dove anche su un percorso più mosso, vogliamo fare bella figura. Complimenti Antonio!






















Domenica 3 maggio invece avevamo atleti in gara sia al Campionato Italiano di duathlon classico (no draft) a Rivergaro, che al 70.3 Aix en Provence.

Al duathlon Patrizia non solo ha vinto la sua categoria, ma si è classificata al 3.posto assoluto in 2:14.26. Dopo un periodo difficile sotto diversi aspetti, questo podio per Patrizia vale oro! Grandissima Patty!
Davide e Emanuele hanno scelto il duathlon come allenamento per delle gare 70.3 in programma nelle prossime settimane ed entrambi sono sulla strada giusta: 2:15.23 per Davide e 2:05.03 per Emanuele, entrambi con ottimi parziali. Bravi ragazzi, avanti così!



Il 70.3 ad Aix ha visto un bel gruppo di amici gareggiare insieme, divertendosi prima, durante e dopo sola gara come giusto che sia per degli atleti amatori. 
Mary è riuscita, per l'ennesima volta, di centrare il podio della sua categoria F55-59 con il terzo posto in 6:21.38. Grande Mary, non deludi mai, soprattutto te stessa!
Elena sta preparando Klagenfurt e abbiamo scelto questo 70.3 per fare anche un punto della situazione. Finisher in 6:13.29 e 9.posto di cat F45-49 con tre frazioni solide che ci fanno guardare con fiducia verso l'Ironman a fine giugno. GO Elena!
Valeria, dopo vari problemi di salute, in parte ancora esistenti, ha gareggiato con una enorme forza di volontà e ha finito in 5:57.56 al 17. posto F30-34. Ora sappiamo dove abbiamo ancora ampi margini...Forza Valeria #believe!
Tanja dopo più di un anno di stop per un grave virus, ha ripreso qualche mese fa con degli allenamenti regolari e questo 70.3 è stato un primo test. Purtroppo un raffreddore una settimana prima della gara ci ha impedito di far vedere quello fatto finora, ma Tanja si riprenderà presto e la stagione è ancora lunga bastano per crescere. Brava Tanja finisher in 5:32.41 e 7. di cat F35-39.
Infine l'unico nostro maschietto presente ad Aix, Enrico, si è fatto valere con tre frazioni buone, soprattutto nella corsa ha mostrato di aver recuperato l'infortunio grave (edema osseo) dell'anno scorso. Ora abbiamo tempo per lavorare in specifico fino all' Ironman di Klagenfurt, il nostro obiettivo principale. Per lui 5:03.50 e classificato 43. cat M40-44. Let's go Enrico!