Challenge Forte Village

Tre gli atleti pro train in gara al Challenge Forte Village - Sardegna, half distance 1,9km-90km-21,1km.
Andrea Cattabiani, Massimo Argiolas e Jonathan Ciavattella.

Prima di tutto però un pensiero all' atleta olandese, Jan Willem Koeleman, 54 anni, morto durante la frazione nuoto per un' arresto cardiaco. Ogni tentativo di rianimarlo si è rilevato inutile.
RIP Jan!

Gara davvero sfortunata per Andrea: nel warm-up del nuoto ha battuto un piede su un sasso con esito frattura di un dito, parte comunque, in bici dopo 40km si rompe una prolunga e Andrea è costretto di assumere una posizione squilibrata per riuscire a finire questa seconda frazione. Entrato in T2 ovviamente mal di schiena e impossibile correre bene, tiene duro ma i ritmi sono molto superiori a quelli che lui potrebbe fare...
Finisce la gara in 5:39.15, purtroppo non quello che avevamo preparato e l' ultima gara della stagione doveva andare diversamente, ma...il mondo dello sport riserva spesso delle sorprese poco programmabili. Accettiamo la sfiga e guardiamo avanti verso nuove sfide!
Bravo Andrea per non aver mollato mai!

Ottima gara invece per Massimo: 5:10.22, tempo di tutto rispetto, cat. M3 - 8.posto!
Massimo è un ciclista eccellente, riesce a spingere più forte di parecchi ragazzi molto più giovani. 
Ma a volte questo può anche essere un handicap, mi spiego: 
Spesso succede che atleti forti in bici esagerano con le intensità durante questa frazione e quindi non riescono ad esprimere il loro valore nella corsa finale. Il risultato è un ottima frazione bike, ma il tempo totale aumenta notevolmente, in quanto i minuti persi poi nella mezza maratona sono troppi. Questo, in passato, era anche il caso di Massimo. Ora abbiamo imparato a gestire meglio la seconda frazione e correre forte fino alla fine, esito: miglior tempo totale e alla fine nel triathlon è questo che conta ;-)
Molto soddisfatta di questa tua gara Massimo, credo la migliore da quando abbiamo iniziato la nostra collaborazione atleta-coach.
Fiera di te!

Buon 15. posto (4. tra gli italiani) tra i professionisti per Jonathan. Soltanto noi due sappiamo i problemi che quest' atleta ha dovuto risolvere negli ultimi mesi e non erano pochi!
Ora siamo in netta ripresa e guardiamo con fiducia verso il 2018 dove sono sicura raccoglieremo qualcosa di importante, perché la passione, la voglia di mettersi sempre in gioco, nonché le sue doti fisiche eccellenti sono esemplari.
4:10.14 tempo finale e mancano poco minuti per essere lì davanti in classifica dove merita di essere.
Avanti Johnnie, siamo sulla giusta strada!



Emanuele Mutti ha partecipato alla mezza maratona di Pavia, non per cercare una prestazione personale, ma per dare una mano all' amico e compagno di squadra, Davide Ferrato. Emanuele ha fatto da pace maker a Davide per riuscire a centrare un nuovo personale e in 1:32. 51 ce l' hanno fatta! 
Grande Manu sia per la gestione della gara, ma soprattutto anche per aver mostrato che valori di amicizia e condivisione di passione per lo sport hanno un significato profondo.

#inspire & #believe



                  Andrea, prima della partenza e al traguardo un po' deluso da questa gara sfigata







                            Massimo al uscita del nuoto e in zona cambio, sempre concentrato!






Jonathan insieme ai suoi compagni pro del Peperoncino Triathlon Team e prima della gara in zona cambio






Emanuele e Davide, due amici che condividono la passione per questo bellissimo sport!




Comments

Popular posts from this blog

L' incidente di Martina e Irene

David spiega il triathlon